Code Geass

04 October 2018
Correva l’anno 2006 quando lo Studio Sunrise, autore di serie animate di grande successo tra cui Cowboy Bebop, Inuyasha, City Hunter e Gundam, presentò tra le novità autunnali un titolo che avrebbe avuto un seguito inatteso creando uno dei franchise più conosciuti dell’ultimo decennio: Code Geass.
La storia è ambientata in un futuro ucronistico dove le tre superpotenze mondiali suddivise in Euro Universe (Europa e Africa), Federazione Cinese (Asia e Medio Oriente) e Sacro Impero di Britannia (America) sono in lotta per la supremazia. Britannia decide di dichiarare guerra al Giappone e lo annette all’impero rinominandolo in Area 11. Sette anni dopo questo evento un giovane di nome Lelouch Lamperouge rivede l'amico d'infanzia Suzaku Kururugi, che ha ottenuto la cittadinanza britanna e si è arruolato nell'esercito. In una situazione drammatica, in cui i Giapponesi del ghetto di Shinjuku vengono sterminati per ordine del Principe britanno Clovis, Lelouch, scambiato per un terrorista nipponico e in procinto di essere giustiziato, riceve da una ragazza misteriosa di nome C.C il Geass, un potere che lo rende capace di sottomettere la volontà altrui controllando le persone con il solo contatto visivo. C.C instaura poi con Lelouch un solido rapporto di complicità, tanto da sembrare la sua donna, e, ricambiata nell'affetto, resterà al suo fianco fino alla fine.
Ma il vero nome di Lelouch è in realtà Lelouch VI Britannia, egli è il 17º Principe in ordine di successione al trono di Britannia. Sette anni prima, un gruppo di sicari, fatti scambiare per terroristi, uccise la madre Marianne. Come conseguenza la sorella di Lelouch, Nunnally, divenne cieca e perse l'uso delle gambe. Davanti all'insensibilità del padre, Charles Zi Britannia, il giovane Lelouch rinunciò al suo titolo di Principe, e l'Imperatore decise di sfruttarlo come merce diplomatica, mandandolo come ostaggio in Giappone, allora in guerra diplomatica contro Britannia. Qui Lelouch e Nunnally vissero momenti di felicità con il loro amico Suzaku, figlio del Primo Ministro giapponese, del quale sono stati ospiti i giovani Principi. Costretto a fuggire in seguito all'occupazione del Giappone da parte di Britannia, il giovane Lelouch medita vendetta contro la patria. Egli ha due desideri: vendicare la morte della madre e costruire un mondo dove lui e la propria sorellina possano vivere felici. Grazie al Geass, Lelouch si muove dunque alla distruzione di Britannia, marciando sulla disperazione dei giapponesi, privi di ogni libertà, e creandosi un'identità fittizia: Zero, paladino della giustizia, colui che ricostruirà il mondo, appunto, da zero.
Con la sceneggiatura di Ichiro Okochi e la regia di Goro Taniguchi la serie risulta di grande impatto facendo leva su molti elementi mainstream comuni alle grandi serie. Riesce infatti a riunire diversi generi passando dai triangoli amorosi alla vita scolastica per combattimenti e scene di azione, aggiungendo la componente robotica con i Knightmare Frame. La storia si mantiene sempre su livelli narrativi molto elevati con numerosi cliffhanger nei finali degli episodi che lasciano lo spettatore curioso di proseguire negli eventi.
I 50 episodi che compongono la serie si suddividono in due stagioni, la seconda denominata R2, e purtroppo solo in quest’ultima si nota nella prima parte un calo di tensione portato dalla ripetitività di certe situazioni, compensato in parte dallo spettacolare finale che prende il nome di Zero Requiem e che a lungo ha fatto discutere.
Il chara design è di certo uno dei punti di maggiore forza essendo la prima serie anime che vede come autrici le CLAMP, uno dei gruppi di mangaka più famoso del Giappone. Grazie alla loro partecipazione al progetto sin nelle fasi iniziali offrirono diversi contributi per lo sviluppo dei personaggi e delle ambientazioni.
Il successo della serie è stato tale che da esso sono scaturite ben 5 serie manga, 2 serie di light novel e 3 OAV del quale uno è giunto in Italia (Akito The Exilied, ambientato ad Euro Universe) pubblicato da DynIt.
Per quanto riguarda il mercato italiano DynIt ha portato da noi le due serie principali e una OAV realizzando degli ottimi prodotti sia dal punto di vista della qualità che del doppiaggio mentre la Planet Manga ha pubblicato 4 delle 5 serie manga che sono state realizzate negli anni successivi all’anime.
In occasione del decennale della serie, caduto a Ottobre del 2016, lo Studio Sunrise ha annunciato la realizzazione di un sequel intitolato Code Geass: Lelouch of the Resurrection. Inizialmente doveva trattarsi di una terza stagione che sarebbe stata pubblicata dopo l’uscita al cinema di tre film riassuntivi delle prime due. Di recente lo Studio Sunrise ha ufficializzato che si tratterà invece di tre film dei quali il primo sarà proiettato nelle sale a Febbraio 2019.
Code Geass è una serie imponente che ha fatto storcere il naso a molti per la quantità di franchise e per l’avere dentro di sé molti elementi ridondanti. Ma allo stesso tempo risulta un prodotto godibile per un pubblico eterogeneo e forse è proprio questo a essere stato il segreto del suo successo.
Comments


You may be interested in...
  • Code Geass
    04 October 2018
    An overview of the cult series from the end of the last decade which, as announced during the 10th anniversary, will return to cinema and TV in early 2019.
  • Your Name
    08 June 2018
    With the new box office record in japanese cinemas and the recognition by world critic, an analysis of the latest work by the director Makoto Shinkai.
  • Princess Mononoke
    14 May 2014
    Back in the cinemas a new edition of the Hayao Miyazaki's masterpiece.
  • Sousei no Gargantia
    26 June 2013
    On the genre of WaterWorld a TV series of rapid impact and "used guaranteed" with many quotes and analogies of other works already famous.
  • Rebuild of Evangelion, the new theatrical edition
    20 December 2010
    The final version of Evangelion from the director Hideaki Anno, it will the movies give us all the answers we are waiting for?